sabato , 19 agosto 2017
Home » 2014 » gennaio

Archivi mensili: gennaio 2014

Paura del pubblico? Metodo di studio poco efficace? Diventa ‘Maestro di te stesso’

Maestro di te stesso

Una delle difficoltà che spesso gli aspiranti musicisti si trovano ad affrontare è la paura del pubblico, dell’esibizione, della performance. E, altrettanto spesso, il normale percorso di studi fornisce strumenti del tutto inadeguati a risolvere o ridimensionare questa paura, fonte di sofferenze e frustrazione. Un’altra difficoltà può essere quella di impostare sessioni di studio che siano realmente efficaci invece di ... Continua a leggere »

Alice: 88 tasti nella storia

Oggi voglio fare la mia parte nel rendere noto un evento al quale mi propongo di partecipare in prima persona, il concerto teatrale Alice: 88 tasti nella storia. Voglio partecipare perché mi piace il concetto di concerto teatrale, di una performance che non è un concerto con letture o una lettura con intermezzi musicali, ma una rappresentazione in cui teatro e ... Continua a leggere »

Franco Bignotto, Easy piano

Poiché abbiamo introdotto il tema dell’autoapprendimento ripropongo con piacere una recensione che avevo scritto qualche anno fa e che ritengo tuttora valida. Si tratta dell’analisi del manuale Easy Piano, di Franco Bignotto, a mio parere il migliore tra i manuali di autoapprendimento in lingua italiana dedicati agli strumenti a tastiera. Il mio giudizio si basa sulle seguenti considerazioni: – Easy Piano fa tesoro ... Continua a leggere »

Studiare da autodidatta – il genere e lo strumento

ascoltare per studiare

Ascoltare tanta musica, anche guardarla se si può, è un modo divertente per scoprire generi e strumenti. Magari hai già uno strumento preferito, uno che ti attira particolarmente. Ma sono assolutamente sicura che puoi ancora scovare qualcosa che non sapevi al riguardo. Ti faccio un esempio: sono ancora in molti ad associare il pianoforte a Chopin e non ad Art ... Continua a leggere »

Natale inaudito bonus – What child is this? & foto :-)

Ok, lo so, siamo fuori tempo massimo. L’Epifania ci ha salutato da un pezzo, ma quando la musica è bella non c’è resistenza che possa fermarmi. E così, dulcis in fundo, volevo regalarvi anche la versione natalizia di una melodia celebre e bellissima, Greensleeves. Il testo What child is this? fu composto nel 1865 dal poeta ed autore di inni ... Continua a leggere »

Natale inaudito 8 – Sussex Carol

Per chiudere il nostro viaggio, ormai fuori dal periodo canonico delle feste di Natale, torniamo in area europea e, per la precisione in Inghilterra. E proprio dal Sussex e dal fatto che qui, dopo averlo ascoltato dalla voce di una donna di nome Harriet Verral, Cecil Sharp e Ralph Vaughan trascrissero questo canto prende il nome il brano scelto per ... Continua a leggere »

Natale inaudito 7 – The Huron Carol

Siamo quasi alla fine del nostro viaggio Natalizio e per questa tappa voliamo oltreoceano, in Canada. Il canto scelto da Andrea è un inno di Natale, composto nel 1643 dal missionario cristiano Jean de Brèbeuf. Brèbeuf scrisse il testo di questo canto nella lingua madre del popolo Huron/Wendat presso il quale svolgeva la propria attività pastorale. Il titolo originale del ... Continua a leggere »

Natale inaudito 6 – Le petit Jesus est né

Dall’Est torniamo verso Ovest e proponiamo un brano francese. Anche in questo caso nella scelta mi sono affidata al mio gusto e a questioni ‘biografiche’. Ho infatti il piacere e l’onore di conoscere Gabriele Coltri, che credo di poter correttamente definire il leader del gruppo che ascolteremo tra poco, Picotage. Il canto che ho scelto è Le petit Jesus est ... Continua a leggere »

Natale inaudito 5 – Mi Atyánk Atya Isten

Dopo il velocissimo passaggio in Italia ci spostiamo in Europa. Andrea ha scelto di farci ascoltare Mi Atyánk Atya Isten, un canto proveniente dall’Ungheria sul quale non sono ancora riuscita a trovare notizie specifiche :-(. Lo ascoltiamo cantato dal gruppo vocale statunitense Anonymous 4: Continua a leggere »

Natale inaudito 4 – Puer natus

Nella tappa di oggi vi propongo il mio preferito di tutta la playlist. Come il brano di ieri, anche Puer Natus proviene dal CD La santa notte dell’Oriente dei Baraban. Il canto è stato raccolto nel Friuli nord-orientale, a Piano d’Arta ed è una contaminazione tra il Puer Natus di Sultrio, un canto liturgico in lingua latina e la pastorale ... Continua a leggere »